Impianti Fotovoltaici

Come funziona un impianto fotovoltaico?

Un impianto fotovoltaico residenziale utilizza moduli fotovoltaici per assorbire energia solare e convertirla in elettricità per le esigenze domestiche. Il tipo più comune è un impianto collegato alla rete elettrica: questo vi fornisce energia solare durante il giorno garantendovi la possibilità di sfruttare l'energia della rete elettrica di notte o quando la produzione dell'impianto non è sufficiente per coprire il vostro fabbisogno.

Ecco in che modo funzionano i moduli fotovoltaici per produrre elettricità per la vostra casa:

  • I moduli fotovoltaici installati sul vostro tetto assorbono i fotoni dei raggi solari e li convertono in elettricità. La conversione in energia inizia quasi immediatamente dopo il contatto. L'elettricità prodotta dai moduli è in corrente continua (energia CC).
  • L'inverter converte l'energia CC in energia alternata (energia CA) adatta per l'uso domestico. Quest'ultima può essere utilizzata per alimentare l'illuminazione e tutti gli apparecchi elettrici come TV, lavatrice, condizionatore, asciugacapelli e frigorifero.
  • Quando si produce più energia di quella che si consuma, l'eccesso viene immesso nella rete elettrica e viene pagata con il sistema dello scambio sul posto gestito dal GSE.

Perché conviene il fotovoltaico?

Installare un impianto fotovoltaico conviene. Sempre.

Autoconsumo

Grazie all’impianto fotovoltaico ogni utente collegato alla rete elettrica può diventare un utente attivo, produttore di energia elettrica pregiata. Tale energia può essere auto-consumata nell’istante in cui viene prodotta. Con l’auto-consumo il Cliente acquisterà una ridotta quantità di energia dal gestore elettrico garantendosi, quindi, un notevole risparmio in bolletta.

L’energia autoprodotta non verrà impattata dagli aumenti dei prezzi applicati dai fornitori elettrici; si può dire, quindi, che con l’impianto fotovoltaico è possibile ‘bloccare’ il prezzo dell’energia per tutta la vita dell’impianto stesso.Tutta l’energia che non si riesce ad auto-consumare viene immessa nella rete elettrica e grazie al contratto di Scambio sul Posto.


Scambio sul Posto

Lo Scambio sul Posto, regolato dalla Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas è un contratto stipulato tra il soggetto responsabile dell’impianto fotovoltaico ed il GSE.

Questo contratto si configura come una particolare forma di compensazione economica che il GSE versa al soggetto responsabile; tale contributo, noto come contributo in conto scambio, è volto:

alla compensazione economica tra il valore associato all’energia elettrica immessa in rete e il valore associato all’energia elettrica prelevata dalla rete durante l’anno solare;

al rimborso, per la quantità di energia elettrica scambiata (immessa-prelevata), della parte variabile dei corrispettivi sostenuti in bolletta dal soggetto responsabile e relativi all’utilizzo della rete (per es. dispacciamento, trasmissione e distribuzione).

Il contratto di Scambio sul Posto è un contratto annuale a tacito rinnovo che, di fatto, non ha scadenza e quindi può essere erogato per tutta la vita dell’impianto.


Detrazioni Fiscali

L’Agenzia delle Entrate all’inizio del 2013 ha annoverato anche gli impianti fotovoltaici tra le ristrutturazioni edilizie per le quali è prevista la detrazione fiscale. Le persone fisiche che volessero dotare la propria abitazione di un impianto fotovoltaico, di potenza non superiore ai 20 kWp, hanno diritto a una detrazione pari al 50% delle spese sostenute per la realizzazione dell’impianto.

La detrazione fiscale è associabile al contratto di Scambio sul Posto, quindi il soggetto responsabile dell’impianto può usufruire contemporaneamente dei vantaggi previsti dalla detrazione e del Contributo in Conto Scambio.


Energia Sostenibile

L’impianto fotovoltaico darà a voi e la vostra famiglia la tranquillità di avere una fonte di energia rinnovabile per i prossimi 25 anni. Il risparmio di CO2 e la possibilità di utilizzare energia non di origine fossile, miglioreranno anche l’efficienza energetica del vostro edificio.

Grazie al miglioramento dell’efficienza energetica il vostro edificio acquisterà valore perché, come noto, oggi il valore di un immobile risulta strettamente legato alla sua classe energetica.

  • Grazie al fotovoltaico potete ridurre drasticamente le vostre bollette scoprite subito come!
  • INVIA UNA MAIL CON LA TUA RICHIESTA DI INFORMAZIONI A info@consorzioenergianuova.com

Quanto costa installare un impianto fotovoltaico?

Il costo di un impianto fotovoltaico dipende da numerosi fattori, a cominciare dalla sua taglia e dal tipo di pannelli utilizzati. Per piccoli impianti residenziali, i nostri impianti hanno un costo Chiavi in Mano dai 5.900 (per i 3 kwp) ai 10.900 (per 6 kwp). I prezzi possono variare a seconda della tipologia di installazione e della tipologia dei pannelli richiesti.

Tutti questi prezzi si intendono, per convenzione, Iva del 10% esclusa. Inoltre, sono riferiti a dei pannelli fotovoltaici, per così dire, "medi", cioè in silicio policristallino, mentre quelli in silicio monocristallino (che occupano meno spazio) sono più costosi, e quelli in silicio amorfo o film sottile (che occupano più spazio ma sono flessibili e adatti a superfici curve) sono meno costosi, a scapito però dell'efficienza di conversione della radiazione in energia.